Musicassette false Napoli è la capitale


Fonte: “Repubblica

NAPOLI
(g.d’ a.) – Il sofisticato “Master” era sistemato nel salotto buono di un appartamento borghese ed insospettabile del Vomero. Importato pezzo per pezzo dagli Usa e assemblato da un tecnico a Napoli, il “Master” è un prodigioso “motore” di duplicazione e registrazione capace di sfornare migliaia di chilometri di nastri musicali contraffatti. Quando i finanzieri sono entrati nell’ appartamento al secondo piano della tranquilla via Pietro Castellino si sono trovati dinanzi un raffinato centro di produzione fonografica. Sparsi nelle quattro stanze insonorizzate cinque riproduttori avvolgibili, centocinquanta chilometri di nastro magnetico non inciso, 280 gigantesche bobine, 71 bobine per musicassette. Una capacità produttiva in grado di toccare un fatturato di diversi miliardi. La contraffazione non risparmiava nessun genere musicale e nessun cantante. I finanzieri hanno sequestrato oltre duecento matrici già pronte. Si va dai Beatles, John Lennon e Paul Mc Cartney a Peter Tosh, re del reggae, da Rod Stewart ai Rolling Stones, alle compilation di Breakdance, l’ intera raccolta dell’ ultimo Festivalbar con tanto di tradizionale stampigliatura “Sorrisi e canzoni Tv”. Fino ai pop di casa nostra, Loredana Bertè, Claudio Baglioni, Riccardo Cocciante, Pino Daniele, Fred Bongusto. Particolare attenzione per la canzone popolare dialettale. Le indagini della Guardia di finanza non sono tuttavia ancora concluse. In manette è finito soltanto il proprietario dell’ appartamento, Amedeo Liguori, mentre si continua a cercare le altre “aree” di produzione. Le Fiamme gialle stanno cercando di ricostruire dove i nastri una volta registrati vengono stampati, etichettati, confezionati. Secondo valutazioni della Siae, i centri di produzione illegali della città partenopea sono in grado di produrre ogni anno quasi quattro milioni di musicassette false. Un fatturato che spinge Napoli al primo posto di questa speciale classifica della produzione “nera” seguita da Milano (due milioni), Bergamo (un milione), Torino (400 mila), Bologna (200 mila).

Share

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: