Acquaviva nei fumetti ‘99 – Le esposizioni


Fonte: “Stradanove.net

Da Bonfatti a Cavazzano, passando per Silver e Spataro

LA MOSTRA PIÙ IMPORTANTE DEL FESTIVAL È SENZ’ALTRO QUELLA DEDICATA AL DISEGNATORE DI TEX E DYLAN DOG, Claudio Villa, il quale, tra l’altro, condurrà assieme a Claudio Nizzi anche lo stage di tecnica e sceneggiatura del fumetto della durata di sei giorni. Di lui si sa ormai tutto: in questa occasione verrà ripercorsa ogni tappa della sua esperienza professionale, dagli esordi con i primi lavori per il mercato francese alle ultime copertine di Tex, passando attraverso Nick Raider, Dylan Dog e… Claudio Baglioni per il quale ha disegnato la storia “Le vie dei colori”.
– Scrittori & Fumetti
Dopo “Canzoni a Fumetti” e “Fumettiamo, cinema!”, un omaggio alla letteratura italiana con una mostra che vede l’intervento di 6 disegnatori, i quali hanno realizzato a fumetti iracconti, alcuni dei quali inediti, di altrettanti scrittori italiani. Questi gli abbinamenti: “Cari, ci siete o no?” di Silvia Ballestra disegnato da Alberto Roberi, “Scrittori Raminghi” di Ermanno Cavazzoni interpretato da Pablo Echaurren, “Il rumorino crudele” di Vincenzo Cerami realizzato da Pino Borselli, “Il delitto di Natale” di Carlo Lucarellirivisitato dalle matite di Claudio Villa, “La scelta” di Gian Ruggero Manzoni visto da Antonio Lapone e “Walter” di Michele Serra disegnato da Giuliano Parodi.
– Per non dimenticare: Peppino de Filippo
Dopo l’omaggio a Totò dello scorso anno, per il 1999 è la volta di Peppino De Filippo (si esclude a priori, per il prossimo anno, l’omaggio alla “Malafemmina”…). Per non dimenticarlo, un nutrito gruppo di artisti italiani, con stili completamente diversi tra loro, ha realizzato una propria interpretazione grafica del mitico Pappagone: gli artisti sono Ferruccio Alessandri, Gianni Allegra, Pietro Ardito, Franco Balan, Roberto Battestini, Luciano, Beransconi, Massimo Bonfatti, Luciano, Bottaro, Franco Bruna, Cleto Capponi, Gianluigi Capriotti, Giorgio Cavazzano, Massimo Cavezzali, Renato Ciavola, Mauro Cicarè, Tiberio Colantuoni, Lido Contemori, Cesari D’Antonio, Bruno Donzelli, Sandro Fabbri, Danilo Interlenghi, Emilio Isca, Antonio Paolo Piffarerio, Bruno Prosdocini, Angelo M. Ricci, Silver, Aalessio Spataro, Achille Superbi, Ernesto Treccani, Claudio Villa e Roberta Zecca.
– Pappagone a Fumetti
In collaborazione con il centro del collezionismo di Montecosaro sarà in mostra la raccolta completa della serie Pappagone a fumetti, disegnata da Luciano Bernasconi per la Gallo Rosso Editrice ed uscita nel 1977. L’omaggio a Peppino de Filippo è completato da uno speciale annullo postale (21 luglio).
– Nuvola, Nivola, Nuvolari
In collaborazione con il museo Nuvolari di Mantova (il quale ospiterà le migliori storie in occasione del “festivaletteratura” del prossimo settembre) la mostra scaturisce dal concorso per tavole a fumetti (massimo 6 tavole) bandito in occasione della quarta edizione del festival. Una delle migliori storie sarà pubblicata sul numero di luglio della rivista “F1 Racing”.
Albo d’oro: 1996 – Toni Demuro (Sassari); 1997 – Antonio Lapone (Torino); 1998 – Giuliano Parodi (Piombino).
– Omaggio a Jacovitti
In collaborazione con la figlia Silvia e con lo Jacovitti club di Roma anche questa mostra nasce dal concorso per illustratori (interpretazioni artistiche su tavola unica) bandito in occasione della quarta edizione del festival. Le migliori tavole verranno successivamente pubblicate sulla rivista “Informavit”.
Albo D’oro: 1996 – Tommaso Gianno (S. Benedetto del Tronto); 1997 – Stefano Buro (Verona); 1998 – ex aequo Duilio Cusani (Benevento) e Alessio Spataro (Catania)
– Noi e la luna
E’ la novità di quest’anno: ai concorsi di fumetto ed illustrazione, si aggiunge la satira. Pertanto la mostra scaturisce dalle migliori vignette satiriche (su tavola unica) dedicate alla Luna, in occasione del trentennale della sua conquista da parte dell’uomo.
– Fumetto e arte colta – “L’isola che ci sarà” di Cesare D’Antonio
Si tratta di una satira ecologica che vuole attirare l’attenzione del visitatore sull’inquinamento e lo spreco di materiali, impercettibile nel privato, ma che diventa paurosamente presente se praticato in maniera collettiva. La mostra interattiva (composta da illustrazione, pitture, una storia a fumetti, alcuni modellini degli animali ed un’armatura costruita con materiali riciclati), per la sua semplicità e per l’illustazione fantastica ed inquietante, intende essere un messaggio educativo rivolto ad un pubblico giovane, ma non solo!

Share

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: