Miracolo Abruzzo, le star italiane ora cantano insieme


Fonte: “Il Secolo XIX

di Tiziana Leone

A scorrere la lista dei nomi si fa fatica a trovare gli assenti: 56 artisti della musica italiana hanno accettato l’invito di Mauro Pagani, Lorenzo Jovanotti e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro per cantare tutti insieme, in un solo giorno, senza registrazioni a distanza con l’aiuto del computer, il brano “Domani”, per raccogliere fondi per l’Abruzzo. Una canzone che riesce a unire, incredibilmente, il rap di J Ax e Fabri Fibra agli acuti di Al Bano, il tono basso di Franco Battiato a quello alto di Piero Pelù. Senza barriere fra musica tradizionale e underground, i 56 artisti fra i quali Zucchero, Giorgia, Laura Pausini, Antonello Venditti, Claudio Baglioni, Ligabue, Gianna Nannini, Massimo Ranieri, Antonella Ruggiero, Eugenio Finardi, Gianni Morandi, Tiziano Ferro, Elisa, Carmen Consoli, Cesare Cremonini, Luca Carboni, si sono ritrovati tutti insieme, il 21 aprile, negli studi di registrazione milanesi di Pagani, autore del brano, per cantare quello che vuole essere un inno alla rinascita o, per dirla con Lorenzo Cherubini, «una bella storia che nasce dal dolore». Il brano s’intitola “Domani 21/04.2009”, giorno in cui gli artisti si sono riuniti per incidere, è in onda su tutte le radio da ieri notte alle 3.30, a un mese esatto dal sisma, negli store digitali arriverà venerdì, mentre il cd sarà nei negozi dal 15 maggio.

«Questo disco è un miracolo reso possibile dall’urgenza: le telefonate sono partite il venerdì e il martedì eravamo già tutti in studio a registrare, c’era praticamente l’arco costituzionale storico della musica italiana» sorride Jovanotti «così tanti artisti nello stesso posto non si erano mai visti, perché la prima regola è stata quella del dover esserci tutti. In quel giorno, persone che non si parlavano, si sono riviste dopo anni, sembrava quasi di essere alle assemblee di istituto scolastiche».

Ma non è stato facile per Pagani, Jovanotti e Giuliano Sangiorgi riuscire ad assegnare a ciascuno dei cantanti il loro pezzetto di brano. Solo le parti rap sono state scritte dagli stessi rapper. «A un certo punto» confessa Jovanotti «avevamo più parole che cantanti». Ma nessuna bizza, nessuna scena da prima donna, tutti gli artisti si sono messi in fila, a ciascuno il proprio turno, a chi una frase, a chi soltanto una parola. «È la dimostrazione di quanto ciascuno sia stato disponibile» aggiunge Pagani «abbiamo cercato di far cantare a ciascuno non più di cinque righe, ma a qualcuno ne sono andate di più, ad altri appena qualche parola». I soldi del ricavato serviranno per ricostruire il Conservatorio Alfredo Casella e la sede del teatro Stabile d’Abruzzo dell’Aquila. «Tutti, dai cantanti, ai musicisti, ai produttori, ai montatori, agli uffici stampa hanno lavorato a titolo completamente gratuito» ricorda Jovanotti «la discografia ha lavorato più per questa canzone di quando fanno i propri album. A volte la beneficenza legittima l’incuria, ma proprio perché chiediamo denaro al pubblico era necessario che questa fosse una gran bella canzone. Abbiamo curato ogni cosa nei minimi dettagli. Il nostro obiettivo è quello di riuscire a vendere un milione di copie: è una sfida che lancio, sarebbe un bel segnale».

Questa canzone sarà solo l’inizio di un impegno che dovrà durare nel tempo, «perché dopo 30 anni» ricorda Pagani «c’è ancora gente che vive nei container». Al disco seguirà un libro fotografico, con gli scatti realizzati durante la registrazione del brano, mentre lo scrittore Paolo Giordano è già al lavoro per trarre un racconto da quella storica giornata. «Di concerti per ora non ne prevediamo, magari in un prossimo futuro» ricorda Lorenzo. «La nostra è una cosa piccola, ma capace di produrre effetti» conclude Sangiorgi.

tizianaleone@hotmail.com

Share

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: