Piccolo grande amore Baglioni riparte da Milano


Fonte: “Ansa

Show multimediale, contributi di 70 artisti e il pubblico sceglie i brani

MILANO – E’ uno spettacolo multimediale e molto visivo quello allestito da Claudio Baglioni per il suo ‘ConcertOpera’, live integrale del suo ultimo lavoro discografico Q.P.G.A., presentato ieri sera al teatro degli Arcimboldi di Milano, da dove è partito il tour teatrale che, dopo le prime quattro serate nel capoluogo lombardo, toccherà Padova, Napoli, Firenze, Roma, Bologna e Genova.

Sul palco domina un enorme megaschermo dove scorrono, sincronizzati con i temi e i tempi della musica, immagini di amori, contestazione, passioni di giovani tra gli anni ‘70 e i giorni nostri.

E poi, naturalmente, c’é Baglioni, che a quasi ogni canzone si cambia d’abito, indossando ora un elegante completo scuro, ora una giacca di pelle e poi ancora una camicia bianca con un gilet e una giacca militare, in alcuni pezzi imbracciando una chitarra elettrica, in altri sedendosi ad un piano. Insieme a lui altri cinque musicisti e, fuori campo, le registrazioni delle voci e degli strumenti dei 70 grandi nomi della musica italiana che hanno contribuito alla realizzazione del disco.

Baglioni duetta così con la chitarra di Pino Daniele in ‘Se guardi su’ e con la voce di Enrico Ruggeri, Eugenio Finardi e Francesco Renga in ‘Lungo il viaggio’. Senza scordare la chitarra del figlio Giovanni in ‘La paura e la voglia’. Baglioni si è presentato in splendida forma vocale, incantando un teatro tutto esaurito per circa tre ore di concerto, durante il quale ha riproposto integralmente tutte le canzoni del doppio cd che è appena uscito, una rivisitazione, allungata e arricchita di decine di nuovi brani, del suo capolavoro del 1972 ‘Questo piccolo grande amore’.

A concludere la serata, bis scelti direttamente dal pubblico. Nel foyer del teatro, infatti, prima di entrare ciascun spettatore poteva scrivere il proprio nome su una lavagna accanto a una lista di celebri canzoni d’amore di Baglioni, votando così i pezzi preferiti.

Pubblico della serata sono state due generazioni di fan del cantautore: oltre a gruppi di donne e coppie sulla cinquantina, ancora ragazzi quando Baglioni cominciava a siglare i suoi primi successi, in sala c’erano anche tantissimi giovani, a cantare a squarciagola ‘Una faccia pulita’ o ‘Porta Portese’ o a commuoversi in ‘Con tutto l’amore che posso’.

Share

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: