La tv se la canta


Fonte: “Libero

Bene. Ma Albano dov’è? E Fausto Leali, Riccardo Fogli, Iva Zanicchi dove li hanno dimenticati? Dove le mettiamo Loredana Bertè, Ivana Spagna, la divina Rettore? Che dolore non leggere tra i sedici nomi di Sanremo 2010 quelli dei monumenti della canzone nazional-popolare. Per fortuna ci sono Nino D’Angelo che canta in dialetto napoletano e Toto Cutugno, e poi i mitologici “Nomadi” (con Irene Fornaciari) in questo Festival di Sanremo che snobba le vecchie glorie e preferisce nutrirsi di volti televisivi appena sfornati. O di personaggi rilanciati da reality e talent show.

Non per fare i rompiballe a tutti i costi (se ci sono le cariatidi ci si lamenta per le cariatidi, se ci sono i giovani si rimpiangono le cariatidi), ma se non ci fosse stato “X Factor” come ci arrivavano sul palco dell’Ariston la brava Noemi (quella di talento, non la Letizia di Cesoria) e Marco Mengoni, il Mika italiano, vincitore dell’ultima edizione; e se non ci fosse stato “Amici” come facevano Valerio Scanu e Marco Carta lo scorso anno?

Share

La tv se la canta e se la suona. Soprattutto se la canta e ricicla se stessa. È un carrozzone al passo con i tempi. Pure Morgan deve baciare il suolo dei talent, visto che da qualche anno (complici le bocciature di Pippo Baudo) Sanremo gli aveva chiuso le porte e ora gliele riapre dopo i trionfi catodici. Anche perché, suvvia, quanti dischi ha venduto in carriera Morgan? Niente da fare invece per l’ex fidanzata, Asia Argento, che si era candidata con Roberto Kunstler (autore di Sergio Cammariere).

E poi c’è la coppia più televisiva di Bonolis-Laurenti, ossia Pupo con Emanuele Filiberto di Savoia. Che dopo aver ballato e tentato la via della “Tribù” e di un’ altra mezza dozzina di reality ora si lancia come cantante. Ed è talmente versatile che, lo scommettiamo, ci stupirà. Ma com’è arrivato fino a qui? Grazie a Pupo, il suo partner ai “Raccomandati” (sì, ancora tv), che ha trasformato in canzone una poesia scritta dal principe quando era bambino, quando sognava di uscire dall’esilio e componeva la patriottica “Italia amore mio”. E poi c’è Enrico Ruggeri, cantante fin dalle origini ma ultimamente più impegnato sul piccolo schermo.

A Sanremo vedremo una serie di recentissimi fenomeni mediatici. Gli organizzatori erano combattuti fino all’ultimo (per la delicatezza del tema) ma alla fine hanno detto sì a Giuseppe Povia, il grande comunicatore, che canta “La verità (Eluana)”. Lui che lo scorso anno divise gli animi con il brano sul gay pentito adesso affronta l’eutanasia. E sul palco potrebbe portare addirittura Beppino Englaro. Anche Simone Cristicchi è abituato ai temi forti. Nel 2007 vinse con un “Ti regalerò una rosa”, brano dedicato agli abitanti dei manicomi, mentre Fabrizio Moro, altro concorrente, scosse l’Ariston con “Pensa”, un inno alla libertà contro le mafie.

La leggerezza è invece il punto forte di Arisa, la divertente Ugly Betty di casa nostra, quella con la montatura pesante e il caschetto nero che ogni momento t’aspetti si trasformi in una super gnocca. Arisa è stata promossa tra i Big dopo i fasti tra le Nuove proposte 2009, promette un cambio di look e propone una canzone dedicata al tema dell’ambiente. Ovviamente a modo suo. Torna anche il fenomeno Momo, quella ripescata da Chiambretti nel 2007, ma non tra i Big.

Non ha bisogno di presentazioni Irene Grandi, che proprio Sanremo (nella persona di Pippo Baudo) aveva clamorosamente estromesso con “Bruci la città”, un brano diventato fenomeno di vendite nell’estate del 2007. Irene sembrerebbe una delle favorite, ma spunta un’altra meravigliosa voce femminile. Quella di Malika Ayane, madre italiana e padre marocchino, pupilla di Caterina Caselli e neo-fidanzata di Cesare Cremonini. Completano la lista dei 16 i Sonohra, vincitori della sezione giovani a Sanremo 2008.

lady gagae gli altri
E poi ci sono i super ospiti. Antonella Clerici e Gianmarco Mazzi, il direttore artistico della kermesse, chiamano sul palco Paolo Bonolis, Christian De Sica, Maurizio Costanzo ed Ezio Greggio (che ha risposto picche), sognando come ogni anno Fiorello. E tra i cantanti, Vasco Rossi e la campionessa di vendite scozzese Susan Boyle. E poi Elisa, Claudio Baglioni, Gianna Nannini, Massimo Ranieri, Luciano Ligabue, Antonello Venditti e Charles Aznavour, Lady Gaga, Millie Minogue.

Si fa prima a dire quelli che non hanno invitato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: