Sanremo, “minestrone” big: Pupo, Arisa, Noemi, Morgan


Fonte: “Leggo

Antonella Clerici è soddisfatta del cast di Sanremo 2010, “effervescente e di qualità”. Il festival compie 60 anni “ma non li dimostra”, osserva la bionda conduttrice, che parla di “artisti di talento, belle canzoni e grandi ospiti”. Marco Mengoni, Noemi e Valerio Scanu, lanciati da X Factor e da Amici, e i Sonhora, piaceranno ai più giovani; Toto Cutugno, Nino D’Angelo e i Nomadi (con Irene Fornaciari) al pubblico di una certa età. Tra le sorprese, anche se la notizia era già circolata, la presenza di Morgan e del principe Emanuele Filiberto in coppia con Pupo. All’Ariston rivedremo anche Enrico Ruggeri, Fabrizio Moro, Malika Ayane (con un brano scritto insieme a Pacifico), Irene Grandi, Arisa e Simone Cristicchi. “Le canzoni sono sorprendenti, faranno parlare ed emozioneranno – dice il direttore artistico Gianmarco Mazzi – abbiamo lavorato per portare sul palco del Festival alcune delle più belle espressioni della nuova musica italiana insieme ad artisti che hanno fatto la storia di questa manifestazione”. Forse per questo i nomi sono passati dai 14 annunciati a 16. Per assicurare la giusta dose di polemiche, ecco rispuntare Povia che, dopo ‘Luca era gay’ proporrà una canzone dedicata alla drammatica vicenda di Eluana Englaro. La Grandi, dopo la clamorosa esclusione nel 2007 di Brucia la città, il suo singolo più venduto in assoluto diventato poi un successo di pubblico e di critica, potrebbe avere la sua rivincita. Esclusa invece la ex di Morgan, Asia Argento, che puntava a una trasferta sanremese con un brano, ‘Mentre’, in coppia con Roberto Kunstler. Chi invece non si aspettava di entrare è Fabrizio Moro: “Non ci speravo più di tanto, non pensavo che avrebbero accettato la mia canzone”, dice il vincitore nella sezione Giovani 2007 con il brano anti-mafia Pensa. Il suo brano, ‘Non è una canzone’, è “uno sfogo per manifestare la voglia di riprenderci in mano la nostra vita, un inno alla libertà, una critica all’attuale sistema politico, economico, culturale e poetico”. Per festeggiare i 60 anni del Festival, l’idea è quella di organizzare una sorta di ‘open party’, lasciando la massima apertura agli autori e agli interpreti stranieri, alla canzone in dialetto, agli artisti che non hanno una casa discografica e dando la possibilità dei ragazzi della categoria ‘Sanremo Nuova generazionè di pubblicare online, da subito, i loro brani. Una grande festa, soprattutto televisiva, sulla quale però Nino D’Angelo, in gara con Jammo j…, “uno spot per il Sud”, nutre dei dubbi: “Alla fine a Sanremo della vera musica non gliene frega niente. Emanuele Filiberto è una cosa televisiva, che con la musica non c’azzecca”. E aggiunge: “È giusto portare i giovani, per svecchiare il festival, ma devono avere talento. Sanremo non deve essere come X Factor o Amici, altrimenti è inutile farlo”.

Share

I CANTANTI La Rai ha accolto la richiesta del direttore artistico Gianmarco Mazzi e di Antonella Clerici che, a fronte dell’originalità delle canzoni presentate a Sanremo 2010, hanno proposto di portare il numero degli Artisti da 14 a 16. Questi i nomi scelti dalla commissione artistica del 60.mo Festival di Sanremo:

– ARISA con “Ma l’amore no”;

– MALIKA AYANE con “Ricomincio da qui”;

– SIMONE CRISTICCHI con “Meno male”;

– TOTO CUTUGNO con “Aeroplani”;

– NINO D’ANGELO con “Jammo j…”;

– IRENE GRANDI con “La cometa di Halley”;

– MORGAN con “La sera”;

– FABRIZIO MORO con “Non è una canzone”;

– NOMADI Feat. IRENE con “Il mondo piange”;

– NOEMI con “Per tutta la vita”;

– POVIA con “La verit… (Eluana)”;

– PUPO, EMANUELE FILIBERTO con il tenore LUCA CANONICI con “Italia amore mio”;

– ENRICO RUGGERI con “La notte delle fate”;

– VALERIO SCANU con “Un attimo con te;

– SONHORA con “Baby”;

– MARCO MENGONI.

LE SCHEDE DE BIG:

– ARISA : torna dopo aver vinto l’anno scorso SanremoLab e il festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte con il delizioso tormentone Sincerità, che si è aggiudicato anche il Premio della Critica Mia Martini. – MALIKA AYANE : un’altra rivelazione dello scorso festival. Grande temperamento, voce molto particolare, la talentuosa artista milanese di origine marocchina nel festival targato Bonolis ha proposto Come foglie, brano intenso firmato da Giuliano Sangiorgi.

– SIMONE CRISTICCHI : vince Sanremo 2007 con Ti regalerò una rosa. Romano, da circa un anno è impegnato nel tour Canti di miniera, d’amore, vino e anarchia con il coro del Minatori di Santa Fiora. Nel 1998 vince il Premio Siae per il miglior brano con L’uomo dei bottoni. Quest’anno ritroverà Morgan, con il quale ha suonato nel 1999 nella serata tributo a Jeff Buckley. Nel 2003 alla giuria del Festival propone Studentessa Universitaria, bocciato da Tony Renis ma che poi vince il festival Musicultura. La grande svolta arriva nel 2005, grazie al tormentone Vorrei cantare come Biagio, cui segue il Premio Gaber e nel 2006 la Targa Tenco.

– TOTO CUTUGNO : classe 1943, è un habituè del festival con ben 14 partecipazioni. Vince nel 1980 con Solo noi. Indimenticabile quella del 1990 con Ray Charles in Gli amori, arrivata seconda. L’ultima volta all’Ariston è nel 2008, chiamato da Pippo Baudo dopo un’operazione per un tumore alla prostata.

– NINO D’ANGELO: è la sua quarta partecipazione. Cantautore, attore e produttore, da tutti considerato solo per il celebre ‘caschettò biondo per i film di grande successo e i milioni di dischi venduti, nei primi anni Novanta comincia a occuparsi di temi sociali. Nel ’98 con Piero Chiambretti conduce il Dopofestival a Sanremo, dove l’anno dopo torna come cantante (‘Senza giacca e cravattà) è la bellissima canzone in gara. In teatro si dedica alla riscoperta di Raffaele Viviani proponendo L’ultimo scugnizzo, per il quale riceve il Premio Gassman. Nel 2002 è a Sanremo con Marì, è attore nel film di Pupi Avati Il cuore altrove che gli vale il Premio Flaiano. Dal 2006 è direttore artistico del Teatro Trianon Viviani di Napoli.

– IRENE GRANDI: debutta a Sanremo nel 1993 con Un motivo maledetto (Sanremo Giovani), l’anno dopo partecipa al Festival nelle Nuove proposte con Fuori. Ha collaborato con Pino Daniele, Eros Ramazzotti, Jovanotti, Edoardo Bennato e Vasco Rossi, che firma La tua ragazza sempre, secondo posto a Sanremo 2000 e nel 2003 Prima di Partire. nel 2007 la clamorosa esclusione dal festival di Bruci la Città, scritta da Francesco Bianconi dei Baustelle, che poi si rivela un grandissimo successo di vendite e di critica. Ha anche scritto un’autobiografia ufficiale, Diario di una cattiva ragazza. Dopo Canzoni di Natale (2008) ha partecipato al concerto benefico Amiche per l’Abruzzo.

– VALERIO SCANU: Sardo, classe 1990. Si classifica secondo all’edizione 2008 di Amici (quella vinta da Alessandra Amoroso). Ad aprile pubblica il suo primo Ep, Sentimento, ad ottobre il disco omonimo Valerio Scanu (disco d’oro grazie ai pre-ordini). Il 4 dicembre è uscita la Christmas Edition di questo disco.

-SONHORA: band teenager dei fratelli Luca e Diego Fainello, originari di Verona. Hanno vinto la sezione giovani del Festival di Sanremo 2008. Hanno due album all’attivo: Liberi da sempre (c’è anche versione spagnola) e Sweet Home Verona (live). Agli Mtv Latin 2009 hanno ricevuto un premio come Artista Revelacion. A febbraio 2010 in arrivo il loro nuovo disco.

– MARCO MENGONI: vincitore della terza edizione di X-Factor. Debutta come interprete di pianobar e cantante per i matrimoni all’età di 17 anni. Le sue influenze musicali sono il soul e l’ R.n.B. Il 3 dicembre è uscito in anteprima su iTunes Dove si vola, l’inedito scritto da Bungaro (autore anche del brano sanremese) e Saverio Grandi, che gli ha regalato la vittoria.

– NOMADI: gruppo storico italiano fondato nel 1963 da Beppe Carletti, Leonardo Manfredini e dall’indimenticato Augusto Daolio, il cantante, morto nel ’92. La band ha pubblicato un totale di 55 album tra dischi in studio, dal vivo e raccolte varie lungo il corso dei suoi 46 anni di storia, divenendo una delle principali realtà della musica italiana. Della formazione originaria è rimasto Carletti, Danilo Sacco è il cantante dal ’93. All’Ariston si esibiranno con Irene Fornaciari.

– MORGAN: nome d’arte di Marco Castoldi, cantautore, musicista e giudice di X-Factor. A sei anni suona la chitarra, a otto il pianoforte. Nel ’91 fonda i Bluevertigo con cui pubblica 5 dischi. Dopo il congelamento della band, compone sei album da solista. Ha collaborato con molti artisti, tra cui Franco Battiato, Subsonica, Mauro Pagani, Cristina Donà.

– FABRIZIO MORO: romano, classe 1975. Nel 2007 vince il Festival di Sanremo nella categoria Giovani con Pensa, una canzone-rap dedicata alle vittime della mafia. Nel 2008 si ripresenta alla kermesse con Eppure mi hai cambiato la vita, classificandosi al 3 posto nella sezione Campioni. Ha pubblicato 5 dischi e partecipato anche al Festival lampedusano Ò Scià organizzato da Claudio Baglioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: