Un milione per l’Abruzzo

Fonte: “Ostia News

Il 21 aprile 2009 è stato un giorno importante per la musica italiana: cinquantasei grandi artisti si sono ritrovati agli studi Officine Meccaniche di Milano per registrare una canzone tutti insieme, «Domani 21/04.09 – Artisti uniti per l’Abruzzo». Lo scopo del progetto musicale era raccogliere fondi per sostenere gli interventi di ricostruzione, consolidamento e restauro del Conservatorio «Alfredo Casella» e della sede del Teatro Stabile d’Abruzzo dell’Aquila. Ebbene , a 8 mesi di stanza, «Domani 21/04.09» ha venduto oltre mezzo milione di copie con una previsione di incasso che supera il milione di euro. Entro la metà di febbraio sarà possibile effettuare i conteggi definitivi comprensivi dei dati Siae del primo semestre e il dato Siae generale verrà conguagliato a settembre del 2010. Il singolo termina la sua vita commerciale alla fine del mese di dicembre, verrà ritirato dai negozi e la vendita digitale sarà sospesa. L’operazione si concluderà simbolicamente il prossimo aprile a L’Aquila – a un anno dal terremoto – dove verrà organizzata una conferenza stampa e in questa occasione verranno pubblicamente nominati e ringraziati tutti coloro che hanno contribuito a titolo gratuito al grande successo di «Domani»: radio, tv, catene commerciali, aziende private e naturalmente tutti gli artisti che hanno partecipato. Lorenzo Jovanotti, Giuliano Sangiorgi e Mauro Pagani (anche autore della canzone e produttore artistico) sono gli ideatori del progetto, la produzione esecutiva è stata curata da Marco Sorrentino, la produzione discografica è della Sugar di Caterina Caselli e la distribuzione di Universal. Un ringraziamento particolare va alla Guardia di Finanza di Milano che ha sventato un attacco della pirateria on-line nelle fasi iniziali del progetto. I 56 artisti che hanno partecipato a ‘Domani 21.04.09′ sono: Afterhours, Claudio Baglioni, Franco Battiato, Baustelle, Samuele Bersani, Bluvertigo, Luca Carboni, Caparezza, Albano Carrisi, Caterina Caselli, Casino Royale, Carmen Consoli, Cesare Cremonini, Elio e le Storie Tese, Niccolò Fabi, Fabri Fibra, Giusy Ferreri, Tiziano Ferro, Eugenio Finardi, Frankie Hi Energy, Giorgia, Gianluca Grignani, J Ax, Jovanotti, Ligabue, Malika Ayane, Mango, Gianni Marracash, Morgan, Gianni Morandi, Gianna Nannini, Negramaro, Negrita, Nek Niccolò Agliardi, Pacifico, Mauro Pagani, Giuliano Palma, Laura Pausini, Roy Paci, Piero Pelù, Max Pezzali, Massimo Ranieri, Francesco Renga, Ron, Enrico Ruggeri, Antonella Ruggiero, Sud Sound System, Tricarico, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Mario Venuti, Zucchero.

Share

Ecco i nomi dei 16 big partecipanti a Sanremo 2010

Fonte: “Comunicati-Stampa.net

I big scelti per Sanremo 2010 sono passati da 14 a 16 per via della qualita’ dei brani. Saranno in gara dal 16 al 20 Febbraio. Ecco gli altri nomi ammessi e qualche riflessione.

La commissione esaminatrice, guidata dalla conduttrice Antonella Clerici e dal direttore artistico Gianmarco Mazzi, ha annunciato ieri l’elenco completo degli “artisti” in gara, proponendo alla Rai la richiesta, peraltro accolta, di portare il numero dei partecipanti da 14 a 16, considerata l’originalità delle canzoni presentate.

‘Sono sorprendenti’, afferma Mazzi, ‘faranno parlare ed emozioneranno, abbiamo lavorato per portare sul palco del Festival alcune delle più belle espressioni della nuova musica italiana insieme ad artisti che hanno fatto la storia di questa manifestazione’.

Alcuni pronostici della vigilia sono stati rispettati. Irene Grandi si presenta con “La cometa di Halley” e per lei questa partecipazione potrebbe rappresentare l’occasione di prendersi una bella rivincita dopo l’esclusione determinata dalla commissione sanremese di due anni fa di “Bruci la città”, il suo singolo, guarda caso, più venduto.

Piaceranno ai più giovani gli artisti dei talent show: Marco Mengoni, che non ha ancora scelto il brano, visto che il posto a Sanremo gli tocca di diritto, Noemi con “Per tutta la vita” e Valerio Scanu con “Un attimo con te”.

A loro si aggiungono i Sonhora, con “Baby”, una ballata rock, un passo avanti rispetto alle sonorità pop del loro primo album, il bestseller “Liberi da sempre”.
Poi, Arisa, la rivelazione dell’anno scorso e Malika Ayane con un brano scritto da lei assieme a Pacifico “Ricomincio da qui.

Per il pubblico più tradizionale ci saranno il redivivo Toto Cotugno, Nino D’Angelo con “Jammo j…” uno ‘spot per il sud’.
Tra le sorprese, anche se la notizia era già circolata, la presenza del principe Emanuele Filiberto, in coppia con Pupo e al tenore Canonici, con una canzone, in cui reciterà, intitolata “Italia amore mio”.

C’è molta attesa per l’accoppiata inedita Nomadi/ Irene Fornaciari con “Il mondo piange”, scritta appositamente da Zucchero.
Per la canzone d’autore, ottime le presenze di Morgan, di Enrico Ruggeri e Simone Cristicchi con “Meno male”, nel quale ironizza su Carla Bruni.

Non mancheranno le polemiche, ed ecco rispuntare nuovamente Povia, che dopo “Luca era gay”, ci riprova a suscitare un po’ di polverone con una canzone dedicata alla drammatica vicenda di Eluana Englaro.

Esclusa invece Asia Argento, che puntava a partecipare con ”Mentre”, in coppia con Roberto Kunstler. Chi invece non si aspettava di entrare è Fabrizio Moro: ‘Non ci speravo più di tanto, non pensavo che avrebbero accettato la mia canzone’, afferma il vincitore nella sezione Giovani 2007 con il brano anti-mafia “Pensa” e terzo posto nella edizione del 2008. Il suo pezzo, ‘Non è una canzone’, è ‘uno sfogo per manifestare la voglia di riprenderci in mano la nostra vita, un inno alla libertà, una critica all’attuale sistema politico, economico, culturale e poetico’.

Tra i superospiti, si fa insistentemente il nome di Susan Boyle, la vocalist scozzese che ha trionfato nel reality “Britain’s got talent”, polverizzando i record di vendite con il suo cd “I dreamed a dream”. C’è chi vocifera sulla presenza di Michael Bublé, Sade (a febbraio 2010 pubblicherà, dopo anni di assenza dalle scene, il nuovo album, “Soldier of love”), Elisa, Claudio Baglioni, Gianna Nannini, Massimo Ranieri, Ligabue, Antonello Venditti e perfino Charles Aznavour.

Tra i giovani che aspirano a Sanremo, spiccano le presenze di Momo, del messinese Aldo D’Agostino, La Fame di Camilla, Manuel Auteri, Letizia Contadino, Studio 3, Eugenio Solla, vincitore dell’ultima edizione del “Premio Mia Martini”.

Link: www.chezmimi.it

Share

La tv se la canta

Fonte: “Libero

Bene. Ma Albano dov’è? E Fausto Leali, Riccardo Fogli, Iva Zanicchi dove li hanno dimenticati? Dove le mettiamo Loredana Bertè, Ivana Spagna, la divina Rettore? Che dolore non leggere tra i sedici nomi di Sanremo 2010 quelli dei monumenti della canzone nazional-popolare. Per fortuna ci sono Nino D’Angelo che canta in dialetto napoletano e Toto Cutugno, e poi i mitologici “Nomadi” (con Irene Fornaciari) in questo Festival di Sanremo che snobba le vecchie glorie e preferisce nutrirsi di volti televisivi appena sfornati. O di personaggi rilanciati da reality e talent show.

Non per fare i rompiballe a tutti i costi (se ci sono le cariatidi ci si lamenta per le cariatidi, se ci sono i giovani si rimpiangono le cariatidi), ma se non ci fosse stato “X Factor” come ci arrivavano sul palco dell’Ariston la brava Noemi (quella di talento, non la Letizia di Cesoria) e Marco Mengoni, il Mika italiano, vincitore dell’ultima edizione; e se non ci fosse stato “Amici” come facevano Valerio Scanu e Marco Carta lo scorso anno?

Share

Leggi il seguito di questo post »

Sanremo, “minestrone” big: Pupo, Arisa, Noemi, Morgan

Fonte: “Leggo

Antonella Clerici è soddisfatta del cast di Sanremo 2010, “effervescente e di qualità”. Il festival compie 60 anni “ma non li dimostra”, osserva la bionda conduttrice, che parla di “artisti di talento, belle canzoni e grandi ospiti”. Marco Mengoni, Noemi e Valerio Scanu, lanciati da X Factor e da Amici, e i Sonhora, piaceranno ai più giovani; Toto Cutugno, Nino D’Angelo e i Nomadi (con Irene Fornaciari) al pubblico di una certa età. Tra le sorprese, anche se la notizia era già circolata, la presenza di Morgan e del principe Emanuele Filiberto in coppia con Pupo. All’Ariston rivedremo anche Enrico Ruggeri, Fabrizio Moro, Malika Ayane (con un brano scritto insieme a Pacifico), Irene Grandi, Arisa e Simone Cristicchi. “Le canzoni sono sorprendenti, faranno parlare ed emozioneranno – dice il direttore artistico Gianmarco Mazzi – abbiamo lavorato per portare sul palco del Festival alcune delle più belle espressioni della nuova musica italiana insieme ad artisti che hanno fatto la storia di questa manifestazione”. Forse per questo i nomi sono passati dai 14 annunciati a 16. Per assicurare la giusta dose di polemiche, ecco rispuntare Povia che, dopo ‘Luca era gay’ proporrà una canzone dedicata alla drammatica vicenda di Eluana Englaro. La Grandi, dopo la clamorosa esclusione nel 2007 di Brucia la città, il suo singolo più venduto in assoluto diventato poi un successo di pubblico e di critica, potrebbe avere la sua rivincita. Esclusa invece la ex di Morgan, Asia Argento, che puntava a una trasferta sanremese con un brano, ‘Mentre’, in coppia con Roberto Kunstler. Chi invece non si aspettava di entrare è Fabrizio Moro: “Non ci speravo più di tanto, non pensavo che avrebbero accettato la mia canzone”, dice il vincitore nella sezione Giovani 2007 con il brano anti-mafia Pensa. Il suo brano, ‘Non è una canzone’, è “uno sfogo per manifestare la voglia di riprenderci in mano la nostra vita, un inno alla libertà, una critica all’attuale sistema politico, economico, culturale e poetico”. Per festeggiare i 60 anni del Festival, l’idea è quella di organizzare una sorta di ‘open party’, lasciando la massima apertura agli autori e agli interpreti stranieri, alla canzone in dialetto, agli artisti che non hanno una casa discografica e dando la possibilità dei ragazzi della categoria ‘Sanremo Nuova generazionè di pubblicare online, da subito, i loro brani. Una grande festa, soprattutto televisiva, sulla quale però Nino D’Angelo, in gara con Jammo j…, “uno spot per il Sud”, nutre dei dubbi: “Alla fine a Sanremo della vera musica non gliene frega niente. Emanuele Filiberto è una cosa televisiva, che con la musica non c’azzecca”. E aggiunge: “È giusto portare i giovani, per svecchiare il festival, ma devono avere talento. Sanremo non deve essere come X Factor o Amici, altrimenti è inutile farlo”.

Share

Leggi il seguito di questo post »

Un sito per “Domani 21/04.2009″

Fonte: “ItNews

Roma, 6 mag. (Adnkronos) – Il ‘Domani’ per l’Abruzzo e’ gia’ visibile. Il video del brano “Domani 21.04.09″, gia’ ribattezzato il ‘We are the world’ italiano, perche’ i proventi delle vendite serviranno a sostenere gli interenti di ricostruzione, consolidamente e restauro del Conservatorio “Alfredo Casella” e della sede del Teatro Stabile d’Abruzzo dell’Aquila, e’ gia’ visibile su internet, sul sito appositamente creato (http://www.domani21aprile2009.it). Nel brano sfilano le immagini delle piu’ grandi star della musica italiana che si alternano anche al microfono, dividendosi strofe e incisi. L’incipit e’ per Ligabue e seguono in un montaggio sonoro e visivo molto serrato: Tiziano Ferro, Enrico Ruggeri, Gianni Morandi, Franco Battiato, Massimo Ranieri, Max Pezzali, Eugenio Finardi, Zucchero, Cesare Cremonini, Carmen Consoli, Mauro Pagani, Francesco Renga, Roberto Vecchioni , Giuliano Palma, Elio e Le Storie Tese, Vittorio Cosma, Jovanotti, Caprezza, Frankie HiNrg, Gianluca Grignani, Giuliano Sangiorgi, Claudio Baglioni, Ron, Luca Carboni, Baustelle, Samuele Bersani, Antonella Ruggiero, Alioscia, Pacifico, Mango, Bluvertigo, Nek, Antonello Venditti, Albano, Marracash, Laura Pausini, J Ax, Fabri Fibra, Sud Sound System, Giorgia, Giusy Ferreri, Dolcenera, Mario venuti, Piero Pelu’, Morgan, Roy paci, Gianna Nannini, Elisa, Manuel Agnelli degli Afterhours, Mango, Niccolo’ Fabi, Tricarico, Negrita, Malika Ayane e Saturnino. Nel finale la parole torna a Jovanotti che e’ stato l’ideatore dell’operazione, promossa poi insieme a Giuliano Sangiorgi dei Negramaro e a Mauro Pagani, che l’autore del brano.