Signora delle ore scure

Costantemente al bivio
d’essere ciò che sei,
sfiori e retrai
l’anima e i gesti
ormai a me noti,
semplici, a tradursi
poiché linguaggio sono,
invisi al tuo volere
e in senno ai nostri giorni,
stillati, ma preziosi.

(Gigio)

Share

Annunci