Claudio Baglioni con Lucio Dalla a “Due”?

Fonte: “Leggo

di Georgia Passuello

VERONA – La neve, le vacanze e l’Epifania che tutte le feste porta via, hanno spazzato via anche il nuovo format dai palinsesti di Raidue, Due – l’emozione raddoppia. Lo spettacolo registrato al Camploy che ha debuttato l’8 dicembre con Laura Pausini e Tiziano Ferro è fermo al numero uno.
Ma si tratta solo di uno stand-by: i duetti tra le star delle musica italiana tornano a marzo.
L’ideatore del programma Gianmarco Mazzi aveva annunicato che altre due serate dovevano andare in onda il 15 e 22 dicembre. Programma cancellato? Impossibile, dopo gli ascolti record fatti da Pausini e Ferro. E’ soltanto stato tutto rinviato di tre mesi, per trovare altre quattro star capaci di avere sul palco un affiatamento unico. Ed è già scattato il toto cast con Renato Zero e Gianna Nannini in testa, seguiti da Lucio Dalla e Claudio Baglioni: i fanclub si tentano pronti.

Share

Annunci

Tocca al pubblico scegliere il più bel piccolo grande amore

Fonte: “Il Giornale

di Diego Pistacchi

Un appuntamento che rischia di restare storico proprio perché non verrà più ripetuto in futuro. E che sembra soprattutto riservato a quel pubblico di appassionati deciso a «ripassare» la colonna sonora della propria vita, godendosela come un’opera classica. Con tutti i tempi dei grandi eventi. E magari anche senza le «contaminazioni» dello stadio o del palasport. Centosessanta minuti di ouverture, preludi, interludi, passaggi musicali e canzoni, che si fondono gli uni negli altri, senza soluzione di continuità, resi ancora più particolari dagli eccezionali camei vocali e strumentali di grandi nomi della musica italiana, dal pop al rock, dal jazz alla musica operistica e a quella per il cinema: da Mina a Ornella Vanoni, da Laura Pausini a Giorgia; a Morandi a Cocciante, da Venditti a Bennato, a Jovanotti; da Bocelli a Ennio Morricone a Luis Bacalov, da Alice a Franco Battiato; da Angelo Branduardi a Pino Daniele; da Ivano Fossati a Fiorella Mannoia e Eugenio Finardi; da Enzo Jannacci a Renzo Arbore; dalla PFM ai Pooh a Ron; da Stefano Bollani a Giovanni Allevi a Danilo Rea, da Paolo Fresu a Stefano Di Battista.
Cinquantadue brani, più i bis. E qui sta l’altra grande novità dell’evento. Perché il pubblico non dovrà solo richiamare fuori Baglioni per chiedergli di non smettere troppo presto di emozionare. Dovrà scegliere anche cosa ascoltare ancora. Ne foyer del Carlo Felice, su pannelli che riproducono il muro Q.P.G.A., ci sarà una lista con i titoli di alcune della canzoni d’amore del repertorio di Claudio Baglioni. Accanto ad ogni titolo, gli spettatori entrando potranno scrivere il loro nome esprimendo così la propria preferenza. I titoli più richiesti saranno eseguiti come bis «A.A.A.: (Ancora Altri Amori offresi)». E se i genovesi scrivessero tante volte Q.P.G.A.? Difficile credere che Baglioni canti la «tetralogia».

Share

Claudio Baglioni a Bologna in “ConcertOpera”

Fonte: “La Stampa

L’artista in scena dal 4 al 6 gennaio al Teatro Europa Auditorium

ROMA – Dal 4 al 6 gennaio Claudio Baglioni sarà protagonista al Teatro Europa Auditorium di Bologna in “ConcertOpera”, la tetralogia di Q.P.G.A: un Quaderno (il romanzo per Mondadori), una Pellicola (il film per Medusa), due Giri di concerti (“A prima vista” e “Gran Concerto”) e un Album, il nuovo l’inedito doppio cd “Q.P.G.A.”. Cinquantadue brani, 160 minuti di grande musica insieme alle esecuzioni fuori campo di 70 grandi nomi della musica italiana e un bis finale a richiesta, con alcune tra le più belle canzoni d’amore degli ultimi quarant’anni, tratte dal repertorio intenso e appassionato dell’autore compongono lo spettacolo.

“ConcertOpera” è la rappresentazione live integrale dell’opera popolare moderna Q.P.G.A, è la storia in musica del primo grande amore: quello che non dura tutta la vita, ma la cambia per sempre. Il quarto e ultimo atto del quadruplo progetto “quadrigetto” ispirato ad uno degli album più conosciuti e amati della musica italiana: “Questo piccolo grande amore” (1972), il disco la cui titletrack è stata votata in un referendum nazionale e premiata al Festival di Sanremo (1985) come “canzone italiana del secolo”.

Da Mina a Ornella Vanoni, da Laura Pausini a Giorgia, da Morandi a Cocciante, da Venditti a Bennato, a Jovanotti, da Bocelli a Ennio Morricone a Luis Bacalov, da Alice a Franco Battiato, da Angelo Branduardi a Pino Daniele, da Ivano Fossati a Fiorella Mannoia e Eugenio Finardi, da Enzo Jannacci a Renzo Arbore, dalla PFM ai Pooh a Ron, da Stefano Bollani a Giovanni Allevi a Danilo Rea, da Paolo Fresu a Stefano Di Battista: un cast musicale di qualità e centosessanta minuti illustrati da una “colonna visiva”, ovvero un clip-movie inedito con la regia di Duccio Forzano, che scorre su grande schermo in perfetto sync con temi e tempi della musica, per un viaggio di andata e ritorno tra gli anni ’70 e i giorni nostri.

Sarà il pubblico a poter scegliere il bis finale del concerto. Finale che sarà diverso di sera in sera. Nei foyer dei teatri, su pannelli che riproducono l’immagine-simbolo (muro Q.P.G.A.), una lista con i titoli di alcune della canzoni d’amore del repertorio di Claudio Baglioni. Accanto ad ogni titolo, gli spettatori potranno scrivere il loro nome esprimendo così la propria preferenza. I titoli più richiesti saranno eseguiti come bis “A.A.A. (Ancora Altri Amori offresi)”.

Share

Claudio Baglioni con “ConcertOpera” arriva al Teatro Europa Auditorium di Bologna

Fonte: “Sassuolo2000

(Articolo del 03/01/2010) – Dal 4 al 6 gennaio Claudio Baglioni con “ConcertOpera” arriva al Teatro Europa Auditorium di Bologna. 52 brani, 160 minuti di grande musica insieme alle esecuzioni fuori campo di 70 grandi nomi della musica italiana e un bis finale a richiesta, con alcune tra le più belle canzoni d’amore degli ultimi quarant’anni, tratte dal repertorio intenso e appassionato dell’autore.

E’ “ConcertOpera”, il tour con cui Claudio Baglioni festeggia il formidabile successo della tetralogia di Q.P.G.A: un Quaderno (il romanzo per Mondadori), una Pellicola (il film per Medusa), due Giri di concerti (“A prima vista” e “Gran Concerto”) e un Album, il nuovo l’inedito doppio cd “QPGA”, che – appena uscito – si presenta già come l’avvenimento discografico del 2009/2010.

“ConcertOpera” è la rappresentazione live integrale dell’opera popolare moderna Q.P.G.A. La storia in musica del primo grande amore: quello che non dura tutta la vita, ma la cambia per sempre. Il quarto e ultimo atto del quadruplo progetto “quadrigetto” ispirato ad uno degli album più conosciuti e amati della musica italiana: “Questo piccolo grande amore” (1972), il disco la cui titletrack è stata votata in un referendum nazionale e premiata al Festival di San Remo (1985) come “canzone italiana del secolo” .

Un vero evento live nel quale, per la prima volta, l’opera Q.P.G.A. verrà rappresentata interamente, con ouverture, preludi, interludi, passaggi musicali e canzoni, che si fondono gli uni negli altri, senza soluzione di continuità, resi ancora più particolari dagli eccezionali camei vocali e strumentali di grandi nomi della musica italiana, dal pop al rock, dal jazz alla musica operistica e a quella per il cinema: da Mina a Ornella Vanoni, da Laura Pausini a Giorgia; a Morandi a Cocciante, da Venditti a Bennato, a Jovanotti; da Bocelli a Ennio Morricone a Luis Bacalov, da Alice a Franco Battiato; da Angelo Branduardi a Pino Daniele; da Ivano Fossati a Fiorella Mannoia e Eugenio Finardi; da Enzo Jannacci a Renzo Arbore; dalla PFM ai Pooh a Ron; da Stefano Bollani a Giovanni Allevi a Danilo Rea, da Paolo Fresu a Stefano Di Battista. Un cast musicale mozzafiato, che nessuna produzione musicale – né italiana, né internazionale – fino ad oggi aveva mai potuto vantare. Centosessanta minuti di emozione pura, illustrati da una “colonna visiva”: un clip-movie inedito con la regia di Duccio Forzano, che scorre su grande schermo in perfetto sync con temi e tempi della musica, per un indimenticabile viaggio di andata e ritorno tra gli anni ‘70 e i giorni nostri; tra sogni e ricordi, speranze e delusioni, passioni dimenticate e ritrovate.

Sarà il pubblico a poter scegliere il bis finale del concerto. Finale che sarà diverso di sera in sera. Nei foyer dei teatri, su pannelli che riproducono l’ immagine-simbolo (muro QPGA), una lista con i titoli di alcune della canzoni d’amore del repertorio di Claudio Baglioni.

Accanto ad ogni titolo, gli spettatori potranno scrivere il loro nome esprimendo così la propria preferenza. I titoli più richiesti saranno eseguiti come bis “A.A.A. (Ancora Altri Amori offresi)”.

I biglietti sono in vendita tramite il circuito Ticket-One http://www.ticketone.it (on line, in tutti i punti vendita abilitati e attraverso il pronto TicketOne 892.101) e presso la biglietteria del teatro EuropAudiotorium.

Acquistando inoltre online un biglietto, Ticket One e Radio Italia Solo Musica Italiana regaleranno una t- shirt esclusiva del tour.

Prevendite biglietti presso la biglietteria del Teatro EuropAuditorium in Piazza Costituzione, 4 a Bologna (apertura da lunedì a sabato ore 15-19), presso i punti prevendita del Circuito VIVATICKET-CHARTA, presso i punti d’ascolto delle IperCoop, il Circuito TICKETONE e le prevendite abituali di Bologna e Modena.

Per informazioni: Teatro EuropAuditorium 051 37.25.40 – 051 63.75.199

Share

Fiorello: per i 50 anni mi regalerò San Siro

Fonte: “Ansa

Scaduto il contratto con Sky, niente Sanremo, live ricordando Mike

di Giorgiana Cristalli

ROMA – “Per i miei primi 50 anni mi regalerò San Siro”: Fiorello saluta con questo progetto il 2010, l’anno in cui taglierà il traguardo del mezzo secolo di età, il prossimo 16 maggio. L’ex ‘cintura nera’ di Karaoke ha scelto lo stadio in cui gioca la sua squadra del cuore, l’Inter, per la grande festa che coincide anche con un altro anniversario, i primi vent’anni di carriera.

Forse lo spettacolo slitterà di qualche giorno, dopo la fine del campionato di calcio. E chissà che sul palco non arrivino anche Laura Pausini e Claudio Baglioni, due amici che festeggiano il compleano nello stesso giorno di Rosario Tindaro Fiorello. Si tratterà della più grande platea live (a pagamento) per l’amatissimo showman, senza dimenticare i bagni di folla collezionati ogni sera, con i capelli legati e giacche coloratissime, quando il Karaoke impazzava nelle piazze italiane battendo anche i tg ai tempi di Tangentopoli. Fiorello ‘tav’, ‘terrone ad alta velocita”, come lui stesso si definisce, ne ha fatta di strada: dalla gavetta nei villaggi turistici della sua Sicilia alla partenza per il nord, Milano, con l’ingaggio dapprima a Radio Deejay poi a Mediaset, tra alti e bassi; poi un nuovo viaggio, quello della consacrazione, alla volta di Roma, e della Rai, dove nel varietà ‘Stasera pago io’ il mattatore trova la sua dimensione ideale; il ritorno al primo amore, la radio, insieme a Marco Baldini con la trasmissione cult ‘Viva Radio2’ (proposta anche in tv) e varie parentesi tra teatro e pubblicità, senza dimenticare la significativa attività da cantante, con migliaia di dichi venduti.

Con la fine dell’anno si è fermata l’avventura con Sky, alla scadenza naturale del contratto il 31 dicembre, ma il Fiorello Show continua dal vivo con un tour che farà tappa il 22 gennaio a Bolzano, il 29 e 30 a Firenze e, a febbraio, il 12 e 13 a Torino, il 19 e 20 al Palalottomatica di Roma (in coincidenza con il Festival di Sanremo, Fiorello ha declinato l’invito di Antonella Clerici) e il 25 e 26 a Bologna. Fiorello è dunque di nuovo ‘su piazza’, libero da contratti, anche se non ci sono progetti televisivi imminenti. Il 2009 si è portato via l’amico del cuore Mike Bongiorno, complice di innumerevoli gag in spot e alla radio, ma Fiorello non dimentica e, salendo sul palco, lo ricorda ogni sera con uno slogan, ‘Allegria’, e con il sorriso di sempre.

Share

Baglioni e Pausini riscaldano il Capodanno

Fonte: “Alguer

Fuochi pirotecnici in tutte le piazze della Sardegna. Record di presenze a Cagliari e Olbia. Fans da tutta l´isola per Laura Pausini. Ottimo il concerto degli Almamegretta a Sassari. Quasi due ore di ritardo per il duo Britti-Bennato ad Alghero

ALGHERO – Il maltempo e la pioggia non hanno fermato i concerti previsti nelle principali piazze della Sadegna. Grandissimo successo a Olbia e Cagliari, dove il molo Brin e via Roma sono stati letteralmente invasi da migliaia di cittadini e turisti per cantare insieme ai propri beniamini le popolari canzoni. Folla festante a Sassari, dove gli Almamegretta hanno tenuto lo spettacolo inedito con Raiz, e i numerosi spettacoli che si sono succeduti nel centro storico.

Fans da tutta l’isola a Olbia, con molti turisti giunti perfino dalla Spagna, per salutare il nuovo anno insieme a Laura Pausini, che proprio a Olbia ha tenuto l’ultimo concerto prima di una lunga pausa (si parla addirittura di 2 anni). Cagliari in delirio per l’amatissimo Claudio Baglioni, che ha trascinato in piazza decine di migliaia di persone, nonostante il tempo incerto.

Tempo incerto anche ad Alghero, ma porto invaso da centinaia di persone per assistere al concerto del duo Britti-Bennato, iniziato con oltre un’ora e mazza di ritardo (alle 23.25 il palco era ancora stranamente vuoto). Spettacolari, come ormai da tradizione, i fuochi pirotecnici, con oltre mezz’ora di botti colorati.

Share

Capodanno 2010 in Sardegna

Fonte: “L’Unione Sarda” – Guarda le fotografie>>>

La pioggia non spegne la festa

Il vento e la pioggia non hanno influito sui festeggiamenti per il Capodanno. A Cagliari decine di migliaia di persone si sono date appuntamento sotto il Municipio per assistere al concerto di Claudio Baglioni. A Olbia grande successo per Laura Pausini: la sua è stata l’ultima esibizione prima di una ‘pausa’ di due anni

Capodanno a Cagliari - Elisabetta Messina

Capodanno a Cagliari - Elisabetta Messina

E’ avvenuto in maniera serena il passaggio al 2010 in Sardegna. L’arrivo del nuovo anno è stato salutato con fuochi d’artificio e spettacoli in piazza con le stelle della musica. Claudio Baglioni si esibito a Cagliari, Laura Pausini a Olbia, Raf a Castelsardo, Alex Britti ed Edoardo Bennato ad Alghero e gli Almamegretta a Sassari. Il vento da ponente, che si è intensificato durante la notte e in mattinata sta creando disagi nei trasporti, non ha creato eccessivi problemi agli artisti e agli spettatori. Unico episodio di rilievo la rissa scoppiata a Olbia durante il concerto della Pausini tra tre giovani nuoresi che si sono affrontati in un duello rusticano. Uno è stato ricoverato in prognosi riservata per una coltellata all’addome che ha provocato la parziale eviscerazione. Anche gli altri due protagonisti dell’episodio sono stati ricoverati in gravi condizioni per ferite da taglio in varie parti del corpo che hanno provocato ad entrambi uno choc emorragico.

Share